Ricette tradizionali veneziane: la PINZA veneziana

Tra le ricette tradizionali veneziane per il Natale, la PINZA veneziana è una delle più antiche e conosciute. La PINZA è un dolce rustico che veniva preparato nelle case dei pescatori o della gente comune: poiché si preparava per celebrare le feste, questo era però più ricco dei soliti dolci ed era spesso reso speciale dalla fantasia della padrona di casa... La PINZA è un dolce tipico del Veneto ed è una sorta di impasto realizzato con ingredienti molto semplici come pane raffermo, zucchero, latte e uova. Tuttavia, poiché questo dolce è stato realizzato per celebrare il Natale o l'Epifania (la PINZA veneziana è anche chiamata "Torta dea marantega" o "Torta della strega", chiamata in veneziano marantega), è sempre stato arricchito con frutta secca e uvetta, che una volta erano rari e costosi e quindi non utilizzati quotidianamente. La ricetta, i cui ingredienti principali sono sempre sostanzialmente gli stessi, cambia di famiglia in famiglia così da diventare una caratteristica di tutte le feste. Ci sono famiglie che da secoli realizzano la "ricetta della nonna" e mantengono segreti determinati ingredienti o lavorazioni affinché non possano essere "copiati" da nessuno: così facendo, mantengono la propria identità familiare anche in cucina. Gli ingredienti per questo unicum nelle ricette della tradizione veneta sono: 300 gr di pane vecchio, 90 ml di latte, 150 g di farina, 30 g di burro, 100 g di zucchero, 80 g di uva sultanina, due uova, una manciata di semi di finocchio e un pizzico di sale. Ricetta: Come primo passaggio ammorbidite l'uvetta in acqua tiepida e addentate le uova (tuorli e albumi) fino ad ottenere un composto spumato. Quindi prendete il pane, tagliatelo a pezzi e lasciatelo ammorbidire nel latte per un'ora. Poi dovete aggiungere, molto lentamente, la farina, lo zucchero, il burro a temperatura ambiente e poi l'uvetta, le uova montate e il sale. Frullate il tutto lentamente, in modo da ottenere un set omogeneo. Prendete una teglia dai bordi alti e ben tesa o quadrata o rettangolare (non tonda), spalmatela con un po 'di burro e cospargetela sopra della padella grattugiata. Quindi unite la pasta frolla e unite i semi di finocchio. Mettete la PINZA in forno già caldo a 180 ° C e cuocetela per circa un'ora. Prima di rimuovere la PINZA dallo stampo, è necessario farla raffreddare per evitare che si spezzino o rimangano pinze. Per accompagnare questo gioiello tra le ricette della tradizione veneta, più che un Prosecco o un passito l'ideale è un buon vino rosso o una Ribolla gialla ...

Image
Image
Image
Consigliati per te